Warning Letter: focus su Media Fill e comportamento in sterile

Dopo una prima Warning Letter inviata a febbraio 2019, FDA ha mandato una seconda Warning Letter alla compagnia americana Akorn. La nuova lettera è insolitamente lunga (10 pagine) e riguarda le deficiencies riguardanti il media fill e il comportamento degli operatori in sterile, oltre alle investigazioni di laboratorio e al data integrity.

“Your firm failed to follow appropriate written procedures that are designed to prevent microbiological contamination of drug products purporting to be sterile, and that include validation of all aseptic and sterilization processes (21 CFR 211.113(b)).”

FDA ha criticato le cattive pratiche in asepsi riscontrate nel riempimento di una soluzione di lidocaina cloridrato:

  • Un operatore ha eseguito un’operazione in asepsi senza prima sanitizzarsi le mani.
  • Dopo essersi toccato le scarpe, un operatore ha collegato un tank alla linea di riempimento senza sanitizzarsi le mani.
  • La soluzione sterile si è versata a terra durante il riempimento, che non è stato interrotto mentre l’operatore ripuliva.
  • Sia le macchine che lo spazio, così come il personale, erano insufficienti al momento dell’ispezione.

Riguardo al media fill, l’ispettore ha duramente criticato l’azienda per non aver simulato sufficienti interventi. Ad esempio, negli ultimi 6 mesi nella linea di riempimento è stato cambiato 15 volte un dispositivo per il taglio senza che questo intervento fosse inserito nel programma di media fill.

La risposta dell’azienda a questo problema – incluso il recall del lotto, il coinvolgimento di una terza parte per migliorare il programma di media fill e un piano per sistemare e riconvalidare le procedure – non è stata sufficiente per FDA.

L’Agenzia ha richiesto:

  • L’identificazione completa e indipendente di tutti i rischi di contaminazione riguardanti i processi sterili, i locali e la strumentazione. In particolare si sottolinea che il risk assessment dovrebbe prestare attenzione a:
    • tutte le interazioni umane nelle aree ISO 5
    • ergonomia e organizzazione delle strutture
    • layout del sito
    • flussi di materiale e personale
    • spazio disponibile
  • Un CAPA plan che prenda in considerazione i risultati del risk assessment.
  • Il miglioramento della gestione delle operazioni per assicurare buone pratiche di asepsi e appropriati comportamenti in cleanroom.
  • L’investigazione completa del versamento durante il riempimento della lidocaina cloridrato.
  • Il risk assessment della bassa performance della cleanroom e delle cattive pratiche di asepsi in termini di qualità del prodotto e sterilità.
  • Un aggiornamento della valutazione eseguita dal consulente sul programma di media fill, compreso un piano sull’implementazione delle raccomandazioni.
  • La descrizione dei miglioramenti implementati nell’ultimo media fill dopo gli interventi.

Fonte:

FDA Warning Letter to Akorn Inc. dated June 13, 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.