Warning Letter per gravi problemi GMP

A seguito di un’ispezione condotta a marzo, FDA ha inviato recentemente una Warning Letter all’azienda farmaceutica Dermameal in Corea del Sud.

Durante l’ispezione, sono state identificate specifiche violazioni alle GMP.

Problemi di rilascio

L’azienda produce prodotti farmaceutici da banco. La Quality Unit non è riuscita a garantire che ogni lotto venisse rilasciato solo una volta completati e superati i test di qualità del prodotto. Dei 41 lotti esaminati, 26 sono stati distribuiti prima del completamento dei test microbici.

FDA ha chiesto quindi:

  • Una review retrospettiva di tutti i lotti per assicurare il soddisfacimento delle specifiche.
  • Un riassunto dei risultati ottenuti dai test sui retain samples di tutti i prodotti prima della scadenza. In caso di OOS è necessario indicare le azioni correttive da intraprendere, inclusa la notifica al cliente e il recall dal mercato.
  • Una valutazione complessiva con le CAPA per assicurare che alla Quality Unit siano date l’autorità e le risorse per espletare la sua funzione. La valutazione dovrebbe includere:
    • una valutazione sulla robustezza delle procedure in uso;
    • disposizione per la supervisione della Quality Unit;
    • review completa di ogni lotto e delle informazioni correlate prima della decisione della Quality Unit.

Documento di riferimento: Quality Systems Approach to Pharmaceutical CGMP Regulations.


Problemi di stabilità

Il programma di stabilità dell’azienda non era adeguato a dimostrare la qualità del prodotto prima della scadenza. Inoltre il programma non includeva test dei campioni in stabilità, mancava un ongoning stability program e per ciascun prodotto veniva posto in stabilità solamente un lotto.

In risposta l’azienda ha dichiarato di rivedere la procedura e si è impegnata a mettere in stabilità tre lotti per ciascun prodotto.
La proposta dell’azienda coreana è risultata inadeguata perchè mancava una descrizione puntuale del nuovo programma di stabilità e la timeline per l’esecuzione.

FDA ha richiesto un assessment e un CAPA plan che assicurasse l’adeguatezza del programma di stabilità. Nel CAPA plan devono essere inseriti:

  • Una SOP che descriva il programma di stabilità;
  • I metodi;
  • Gli studi di stabilità a supporto di ciascun prodotto nel suo packaging prima dell’approvazione alla distribuzione;
  • Un ongoing program in cui aggiungere lotti rappresentativi di ciascun prodotto per determinare la validità della shelf life;
  • Attributi specifici da testare in ciascuno step.

Problemi sui test dei materiali in ingresso

L’azienda non ha eseguito i test sui raw material e sugli API in ingresso per verificarne l’identità, basandosi invece sui certificati di analisi di fornitori non qualificati.

In risposta a questa osservazione l’azienda ha proposto di rivedere le procedure per la qualifica dei fornitori e per i test sui raw material, impegnandosi ad eseguire i test per l’identità.

Mancando le procedure aggiornate e il dettaglio su come saranno qualificati i fornitori, la risposta è stata considerata insufficiente.

FDA ha richiesto di:

  • Descrivere come sarà testato ogni lotto di materiale per verificarne la conformità con le specifiche. Se si intende accettare i test dei fornitori, specificare come stabilire l’affidabilità e la coerenza dei risultati dei test attraverso la qualifica iniziale dei fornitori, seguita da riqualifica periodica. Inoltre, condurre almeno un test ID specifico per i materiali in entrata.
  • Riassumere i risultati ottenuti dal test completo di tutti i componenti per valutare l’affidabilità del COA di ciascun fornitore. Includere la SOP per la convalida del COA.

Problemi sulla convalida di processo

L’azienda non ha convalidato il processo produttivo dei farmaci da banco.

L’azienda dovrà fornire un piano di convalida dettagliato che includa i protocolli per la performance di processo e le procedure per la qualifica degli equipment.

Documento di riferimento: Process Validation: General Principles and Practices  


Problemi di cleaning validation

L’azienda non ha convalidato i processi di cleaning utilizzati per la pulizia di macchine non dedicate. Mancava inoltre la documentazione delle attività di cleaning.

In risposta, l’azienda ha detto che rivedrà e aggiornerà le procedure di cleaning e inserirà l’uso dei logbook per documentare questa attività.

Tuttavia è necessario che l’azienda fornisca:

  • Un piano per valutare l’adeguatezza delle procedure di pulizia e gli studi di convalida per ciascuna parte di macchinario usato nella produzione.
  • Il razionale scientifico per la strategia di convalida per assicurare l’efficacia delle procedure di pulizia.
  • Un riepilogo degli aggiornamenti del protocollo di convalida per incorporare il worst case.
  • Il riassunto delle SOP aggiornate per assicurare la verifica e la convalida delle procedure di pulizia per nuovi prodotti, processi e macchinari.
  • Il razionale scientifico per la frequenza dei test microbici sui macchinari di produzione.

Come accade sempre più spesso, FDA ha consigliato all’azienda di avvalersi di un consulente GMP esterno e di stipulare quality agreement con i fornitori.


FONTE:

Warning Letter a Dermameal

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.